Le Parole Hanno un Peso

👉 Questo mese, curiamo la rubrica dedicata ai libri di “Les Nouvelles Esthétiques Italia”

Le parole hanno una potenza da non sottovalutare: possono “uccidere”
“dare la vita”. Con Maria Rosa Ugolini scopriamo come, attraverso le giuste letture, le parole possono aiutarci nella nostra attività e nelle relazioni con le nostre clienti.

LETTURE SALVIFICHE

Era il 9 marzo 2020 quando ci venne comunicato che dovevamo chiudere tutto e stare a casa per una pandemia. Sembra lontano, ma sono passati solo pochi anni.
In quei giorni eravamo confusi e incerti su cosa sarebbe successo.
Immagino che tutti, come me, passavamo molto tempo sui social per avere notizie su come sarebbe andata avanti questa pandemia.
Una mattina guardo il gruppo
Facebook “Libri per la mente” (che purtroppo nel frattempo è stato messo in pausa) per curiosare qualche lettura interessante da fare. Amante dei libri da sempre, noto questo titolo: La Parola Magica di Paolo Borzacchiello.

Era il momento giusto di leggerlo, perché in quel momento di parole magiche ce ne era proprio bisogno!
Ho letto questo romanzo con molta curiosità e ne sono rimasta colpita, catturata dal suo modo di narrare e di presentare in modo semplice gli aspetti dell’intelligenza linguistica, così da poterli mettere in pratica subito.

LA PAROLA MAGICA

Ambientato a Londra, racconta di come il comportamentalista esperto in persuasione linguistica LeonardWant riceva una strana richiesta: deve aiutare Dio in persona, una donna anziana, volgare e fumatrice accanita a decidere se estinguere la razza umana e in che modo.
Oltre a lei ci sono altri personaggi che deve affrontare: un angelo sterminatore che veste pantaloni di pelle e che odia la razza umana e un Lucifero in persona sempre in abiti impeccabili. È un racconto avvincente, da leggere in poche ore con dei suggerimenti che lo stesso autore consiglia: immagina di essere nel posto nel quale ti senti sicuro, con la canzone che ti mette di buonumore, un profumo che ti ricorda una bella esperienza, ecco questo è lo spirito che devi avere per tutto il viaggio del libro; pensa una serie di metodi linguistici che durante la lettura stimoleranno una serie di cambiamenti, insegnandoti la comunicazione verso te stesso e verso gli altri; agisci, è la regola che devi rispettare affinché questo libro faccia magie e come capita in tutte le magie, contano le parole magiche e i gesti del mago… ma il mago sei tu!

UN CAMBIO DI PROSPETTIVA

La parola magica è un libro che ti cambia con il potere dell’intelligenza linguistica. A me è servito molto nella comunicazione con le clienti, perché ho applicato le regole e ho cosi cambiato il punto di vista delle situazioni. Sì, perché può capitare di fare dei piccoli errori che possono compromettere il rapporto con il cliente. Per esempio, in una telefonata per spostare un appuntamento a una cliente se dico: “Ciao Maria, scusa se ti disturbo, posso chiederti di spostare l’appuntamento di martedì a mercoledì?” la frase “scusa se ti disturbo” viene percepita come una seccatura, un fastidio, dà una impressione negativa.

Comunichiamo con tutto ciò che diciamo e facciamo: essere consapevoli e gestire al meglio questo processo è un enorme valore, perché la parola, proprio come nei migliori incantesimi, può fare magie e trasformare chi la legge. Grazie a questo libro mi sono lasciata andare a riflessioni e ragionamenti che si trasformano in opportunità per sfruttare al meglio la propria mente e per smettere di pronunciare parole che possono compromettere la comunicazione.

Respirazione e calma sono azioni che caratterizzano tutta la storia e, come dice Borzacchiello, il senso di colpa non esiste e una vita felice va cercata, capita e ottenuta. “Elenca quello che ti piace e poi fallo a ripetizione. Prenditi il tempo per darti piacere perché si tratta del miglior investimento”. Partiamo da qui, perché sappiamo che se stiamo bene noi, anche gli altri staranno bene. Piccole cose e piccoli gesti che trasformano una giornata impegnativa in una giornata in cui “forse sei già felice e non lo sai”!